Lettori fissi

martedì 4 dicembre 2012

Pandoro (ricetta delle Sorelle Simili)

Il pandoro è il dolce immancabile su tutte le tavole delle feste. Il pandoro ha la forma di una stella a cinque punte e l'interno morbido e dorato rende il pandoro una vera leccornia per grandi e piccoli. Il pandoro è per antonomasia il dolce di Verona, anche se le sue origini sono austriache, e per la precisione viennesi. Altre testimonianza raccontano invece che il pandoro derivi dal "pan de oro" il dolce che veniva servito nelle case dei ricchi veneziani. E' curioso sapere che il pandoro è stato disegnato da Angelo Dall'Oca Bianca, un pittore impressionista, la forma insieme allla ricetta dell'impasto fu depositato all'ufficio brevetti il 14 ottobre del 1894 da Domenico Melegatti. Di ricette di pandoro non ne esistono molte  varianti. Questa è ispirata a quella delle sorelle Simili, le gemelle bolognesi famose in tutto il mondo per le loro ricette di pane e lievitati. Le Sorelle Simili hanno realizzato la ricetta del pandoro utilizzando il lievito di birra, questo lo rende molto più veloce, e la sfogliatura, lavorazione che dona al pandoro una consistenza morbida e quella caratteristica alveolatura dell'impasto. La preparazione del pandoro è laboriosa e richiede due giorni di preparazione, ma la soddisfazione di servire un pandoro fatto in casa ripaga ogni sforzo! Con queste dosi otterrete un pandoro da 1 kg ( io ho lo stampo da 750g quindi 1/3 dell'impasto l'ho messo in uno stampo medio da budino!!)

Ingredienti:

170 gr burro  
450 gr farina di manitoba
60 ml + 3 cucchiai di latte
18g di lievito di birra 

1 cucchiaino di sale Gemma di Mare
3 uova intere + 1 tuorlo 

1 bacca di vaniglia 
125 gr + 1  cucchiaio di zucchero
15 gocce di aroma pandoro Flavourart (facoltativo)
                                                                                                       vassoio I cook cake
Procedimento:
La realizzazione della ricetta del pandoro inizia con la preparazione del cosidetto lievitino, ovvero la base con cui formare gli impasti successivi. In una ciotolina fate sciogliere 15 gr di lievito di birra in 60 ml di latte tiepido, unite un cucchiaio di zucchero, il tuorlo, aggiugete poi 50 gr di farina e impastate per amalgamare bene il tutto. 
Coprite questo primo impasto e fate lievitare fino a far raddoppiare il tutto. Ci vorrà circa un'ora. 
Quando il volume dell'impasto sarà raddoppiato, fate sciogliere in tre cucchiai di latte 3 grammi di lievito di birra e versatelo al composto, aggiungete i 100 gr di zucchero, l'uovo, amalgamate il tutto e versate questo impasto in una ciotola con 200 gr di farina e impastate aiutandovi con le mani o con un cucchiaio di legno.Unite poi 30 gr di burro a temperatura ambiente e impastate fino a che non si sarà amalgamato all'impasto, ottenendo così un composto liscio. 
Coprite e fate raddoppiare il volume in luogo tiepido, ci vorrà circa un'ora. Procedete poi con il secondo impasto. 
Unite altri 200 gr farina, le uova (2), lo zucchero (25 grammi), sale, i semi prelevati dalla bacca di vaniglia e impastate di nuovo. 
Schiacciate l'impasto, ripiegatelo su se stesso e mettetelo in una ciotola unta con il burro e fate lievitare ancora fino al raddoppio.
Poi mettete l'impasto a riposare in frigo per 8/12 ore.
Trascorso il tempo in frigorifero, rovesciate la pasta sul tavolo, tiratela con un mattarello formando un quadrato, distribuite al centro 140 gr di burro ammorbidito, 
 portate i quattro angoli del quadrato al centro in modo da richiudere la sfoglia 
Fate attenzione a richiudere bene i bordi della sfoglia in modo che il burro non fuoriesca, spianare delicatamente in un rettagolo  e piegate in 3 e far riposare pre 15-20 minuti in frigorifero. 
Ripiegate nello stesso modo e far riposare in frigorifero per altri 15-20 minuti. Spianate, ripiegate di nuovo e fate riposare in frigorifero per altri 15-20 minuti. Ogni volta che mettete l'impasto in frigo potete riporlo in un sacchetto di plastica per alimenti in modo che non prenda altri odori.
Dopo l'ultimo riposo stendete l'impasto un'ultima volta,  ripiegate i bordi verso il centro, e procedete formando una palla rigirando i bordi verso l'interno 
 quando la palla sarà formata ungetevi le mani con il burro e ruotate l'impasto sul tavolo arrotondando ancora l'impasto 
Quindi imburrate un apposito stampo per pandoro alto 20 cm, di circa 3 litri di capacità e spennellatelo con il burro. 
Inserite l'impasto all'interno dello stambo imburrato, coprite lo stampo e lasciate lievitare finché la cupola uscirà dal bordo. Mettete su una teglia da forno posta nella parte inferiore una ciotolina d'acqua e infornate il pandoro facendolo cuocere in forno statico già caldo a 170 gradi per 15 minuti, poi abbassate a 160 gradi e lasciate cuocere per altri 50 minuti circa. 
Prima di sfornare il pandoro regolatevi per la cottura facendo la prova stecchino: pungete il pandoro se lo stecchino rimane umido lasciatelo ancora cuocere altrimenti sfornate il pandoro e lasciatelo raffreddare. 
Poi sformate il pandoro e cospargetelo con lo zucchero vanigliato.

48 commenti:

  1. sono la prima! non ho parole ! e ti meriti un premio: ti metto subito fra i miei preferiti! però io non credo ci riuscirei mi sembrano complicati i passaggi dei "ripiegamenti"...
    forse domattina quando sono fresca...capisco di più!!
    buona notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che onoreeee!!! addirittura tra i tuoi preferiti? onoratissimaaa, ti ringrazio!!! Ti assicuro che è semplicissima come ricetta...devi armarti solo di pazienza per le varie lievitazioni...tutto qui. ;) provaci dai :) :) :)

      Elimina
    2. bè sicuramente prima devo trovare lo stampo tu che marca hai comprato, dalle mie parti non si trovano facilmente

      Elimina
    3. silikomart è il top ;) prova su internet...io sono alla ricerca di quelli piccoli per i pandorini :) :) :) da aggiungere alla "collezione" + quelli che sto prendendo con la collezione "forno e fantasia"

      Elimina
  2. ...io ho avuto l'onore di assaggiare una fetta, era buonissimo...grande lievitino! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e stasera con Laura abbiamo replicato!!! Quanti lievitini in questa casa ;) dai, la prossima volta devi farlo tu! ;)

      Elimina
  3. stupendo.....e brava tu. Avevi ragione, la ricetta non è molto complicata, credo che lo proverò. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visto???? te lo dicevo!!! basta solo armarsi di buona pazienza ;) prova prova e fammi sapere ;)

      Elimina
  4. Bravissima non avrei mai creduto che si riuscisse a fare il pandoro in casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio!!! questa ricetta inoltre ti permette di ottenere un pandoro più morbido e meno burroso...ottimo davvero!!!non necessita nemmeno della planetaria per poterlo impastare...cosa chiedere di più? ;)

      Elimina
  5. sei davvero bravisima, mi piacerebbe provare , ciao elena

    RispondiElimina
  6. Ciao Giustina,

    Vogliamo presentarti il sito Ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 95000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano specializzati in ricette di cucina. Inoltre abbiamo creato il Top blogs di ricette, dove puoi trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti, e dove puoi anche aggiungere il tuo. Noi indicizziamo le tue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non devi preoccuparti di nient’altro poiché tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

    Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Germania, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuoi diventare un membro di questa grande famiglia?

    Siamo a tua disposizione!
    Andreu
    Ricercadiricette.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiii!!!! Onoratissima!!! Vi mando una mail di iscrizione direttamente sul sito?

      Elimina
  7. CIAO!HO VISTO LA RICETTA SULLE "CUOCHINE TUTTE PAZZE" E SONO VENUTA A VEDERE IL BLOG! VOLEVO FARTI I COMPLIMENTI!BELLISSIMO BLOG CON RICETTE SPIEGATE MOLTO BENE E FOTO UTILISSIME! TI METTO TRA I PREFERITI! NON SONO ALL'ALTEZZADI FARE IL PANDOR MA QUALCHE ALTRA RICETTA LA COPIO SICURAMENTE!!! GUENDALINA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio e mi fa piacere che ti piacciano le mie ricette...fammi sapere cosa proverai a rifare anche tu ;) :*

      Elimina
  8. non ho mai preparato il pandoro in casa, chissà come sarà buono!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) se provi a farlo non lo comprerai mai più : fidati!!!è molto leggero e poco burroso...una goduria!!! ;)

      Elimina
  9. nn ho mai fatto che bello devo farlo grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siii provalo e fammi sapere ;) grazie a te!

      Elimina
  10. brava. brava e basta...e coraggiosa a tentare!!

    RispondiElimina
  11. non ho parole! hai fatto il pandoro in casa? wow che cosa meravigliosa, voglio provarci anche io, sono davvero entusiasta di questa ricetta e di questo tuo post, stasera mi hai stupita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio Monica!!!Troppo gentile!!! Dai prova anche tu e vedrai che buonooooo!!!

      Elimina
  12. wuao cavolo...
    non avevo mai pensato di fare il pandoro in casa...che idea...e poi mi piace un sacco...
    sei stata bravissima

    RispondiElimina
  13. Su internet ci sono un sacco di ricette di pandori ma o sono troppo lunghe o troppo complicate! La tua è semplicissima e ben spiegata, assolutamente da fare *.*

    RispondiElimina
  14. Bravaaaa!!!Ho avuto modo di provare proprio questo pandoro!!Sei stata bravissima...e domani sera lo rimangiamo insiemeeee!!! :*

    RispondiElimina
  15. VERAMENTE MOLTO BRAVA...TE LO RUBERO DI SICURO....SONO TUA FOLLOWER...TI VA DI RICAMBIARE DA ME??' TI ASPETTO QUI...http://viveredaceliaci.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio!!!corro subito a risbirciare il tuo blog...ti seguo già da un pò di tempo :)

      Elimina
  16. bhe dire brava è dire poco...complimenti ha un'aspetto davvero molto invitante,,bello poi come quello comprato^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio ;) sono davvero contenta :) :) :)

      Elimina
  17. Ma che brava! Io non ho mai azzardato a provarci... mi pareva difficilissima questa ricetta... me tu l'hai spiegata molto chiaramente e fotografata, in modo che si veda bene il passo passo!
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio...i grandi lievitati sono l'incubo di tutti all'inizio e per questo ho iniziato con il pandoro con il lievito di birra...prova così anche tu e vedrai che sarà un successone come inizio ;)

      Elimina
    2. mi son salvata la ricetta sai? :)

      Elimina
    3. siiiiii dai provala provala ;)

      Elimina
    4. tu mi tenti... devo rimediare uno stampo!

      Elimina
    5. ihihihi...siiiiii dai dai quello si trova facilmente ;)

      Elimina
  18. Ciao, piacere di conoscerti, sono Francesco e sono arrivato al tuo blog grazie al gruppo di ricercadiricette, mi sono unito ai tuoi sostenitori e ho aggiunto il tuo blog tra quelli che seguo. Se ti fa piacere passa a trovarmi e unisciti anche tu ai miei sostenitori, inoltre per ringraziarti della tua amicizia ho pensato di donarti un piccolo dono virtuale, puoi trovarlo Qui: http://lacucina-degliangeli.blogspot.it/2012/12/un-nuovo-premio-il-premio-del-girasole.html
    A presto Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di tutto...corro subito a sbirciare il tuo blog ;)

      Elimina
  19. Se uso il lievito di birra disidratato quanto ne devo usare ? Ti ringrazio ciao Veronica

    RispondiElimina